Il viaggio sarà influenzato dal Coronavirus?

Il viaggio sarà influenzato dal Coronavirus?

L'epidemia di coronavirus si sta diffondendo molto rapidamente in tutto il mondo, ci sono sempre più aree a rischio che portano a restrizioni di viaggio, cancellazione di gite scolastiche, paesi chiusi, numeri di emergenza in caso di sintomi ecc...

CONFINIMENTO

Infatti con le misure di sicurezza stabilite dai governi dove ci sono le persone più infette, tutte le persone con sintomi e che sono risultate positive al Coronavirus sono messe in quarantena fino al loro recupero. A volte intere città sono sotto controllo. Questo impedisce alle persone di viaggiare e inevitabilmente influisce sull'industria dei viaggi. Anche la quarantena non è una fatalità, perché alcune aziende utilizzano il telelavoro da molto tempo, quindi può essere una soluzione per limitare la diffusione del virus.

VOLI CANCELLATI

Alcuni paesi stanno chiudendo le porte ai paesi colpiti dal Coronavirus per proteggersi dal virus, come Mauritius, Israele ed El Salvador. Molte compagnie aeree che volano in Asia stanno cancellando i loro voli per evitare di diffondere il virus e infettare gli altri. Ciò influisce notevolmente sul turismo, in quanto molte persone subiscono la cancellazione del volo e devono quindi annullare le vacanze. Per le compagnie che cancellano i loro voli devono rimborsare per intero i clienti che hanno prenotato un biglietto, per coloro che desiderano cancellare il loro biglietto, se non sono responsabili e la compagnia mantiene il volo non ci sarà alcun rimborso possibile tranne che per le tasse. Ad esempio, se avete prenotato un volo con scalo e vi trovate bloccati in transito in un paese a metà strada perché la vostra coincidenza è stata cancellata, la compagnia aerea deve rimpatriarvi nel vostro paese d'origine e vi verrà rimborsato il biglietto che non avete potuto utilizzare.

EVENTI CANCELLATI

Tutto ciò che riguarda la scuola, il tirocinio, l'erasmus, i viaggi ecc. in Asia, in Italia o in altre aree a rischio viene cancellato. Oltre a tutti i raduni di persone, eventi, concerti, fiere e altre manifestazioni. Alcuni eventi come concerti, fiere sono occasioni speciali in cui persone provenienti da altri paesi vengono appositamente per queste occasioni, in quanto vengono cancellati e molti voli vengono cancellati anche molti voli, il che influisce fortemente sul turismo e sui viaggi. A seguito di tali decisioni in materia di sicurezza, molte aziende hanno deciso di lavorare a tempo parziale per ridurre l'impatto del coronavirus sul loro bilancio. La Corsica vieta anche tutti i raduni di più di 50 persone, così come Francia e Berlino vietano tutti i raduni di più di 1000 persone e l'Italia annulla il campionato nazionale di calcio, ma prevede anche la chiusura di musei, teatri, cinema e altri teatri in tutto il paese, in Lombardia e in quattordici province italiane tutti gli eventi culturali, sportivi o religiosi sono vietati, le discoteche, i pub, le scuole e altri luoghi simili rimarranno chiusi fino al 3 aprile.

CITTÀ BLOCCATE

Poiché molte città in Asia e in Italia sono già bloccate, non c'è dubbio che altri paesi seguiranno l'esempio, tuttavia ci sono ancora alcune città in Italia che non sono bloccate e dove si può andare se lo si desidera, ma è ovvio che la maggior parte delle persone non rischierà per paura di prendere il virus.

Se avevate programmato un viaggio e in considerazione degli eventi che desiderate annullare, se si tratta di un pacchetto volo e hotel, potete contattare direttamente l'agenzia che avete visitato e chiedere l'annullamento gratuito del vostro viaggio. In Corsica, il governo ha deciso di chiudere tutte le istituzioni educative per due settimane per prevenire la diffusione del virus.


SVANTAGGIO ECONOMICO

Quindi ci sono molti svantaggi a livello economico, il turismo e le imprese soffrono molto per l'impatto del Coronavirus. Soprattutto le aziende che organizzano regolarmente fiere per promuovere il loro marchio e la loro partnership. L'industria musicale soffre molto perché i concerti sono per lo più cancellati perché ci sono troppe persone riunite in un unico luogo che potrebbe essere un disastro per la diffusione del virus. Quando si vede quanto velocemente si sta diffondendo è ovvio che è meglio prendere precauzioni. Anche l'industria dei viaggi, le compagnie aeree, gli alberghi, gli hotel, i ristoranti, i negozi per turisti sono in una brutta situazione, al punto che le compagnie aeree offrono voli molto, molto economici per incoraggiare le persone a viaggiare.

L'impatto sul turismo basato sulle precedenti esperienze con l'H1N1 o la SARS ci dice, secondo uno studio del World Travel and Tourism Council, che le entrate globali del turismo diminuirebbero di almeno 22 miliardi di dollari, che è lo scenario più ottimistico, perché potrebbero salire a 49 miliardi di dollari se il virus si diffonde fino a quando la SARS si diffonde e a 73 miliardi di dollari se durasse ancora più a lungo. Inoltre, il Paese più colpito dal virus è anche quello che viaggia di più, il turismo cinese è famoso in tutto il mondo e molto importante per le economie di altri Paesi, se la situazione non verrà ristabilita alla fine di maggio, le conseguenze potrebbero essere più importanti per l'economia mondiale.

BENEFICIO AMBIENTALE

Se c'è un vantaggio in tutta questa storia è un bene per il pianeta, perché mettere città, regioni e paesi in quarantena permette alla Terra di respirare perché non vengono emesse emissioni di CO2 dalle auto, dai trasporti o dalle persone.

Soprattutto per le città dell'Asia, dove la popolazione è così numerosa che il tasso di inquinamento è indecente. Infatti, il 25 febbraio uno studio britannico stima che le emissioni di CO2 in Cina sono diminuite del 25%, per loro che non erano più abituati a vivere senza inquinamento, l'aria è di nuovo respirabile grazie alla chiusura delle fabbriche, ai trasporti ecc... Alcuni pensano che sia giusto, perché sembra che gli animali selvatici siano stati costretti a spostarsi più vicino alle città perché i loro spazi

Se siete interessati a questo argomento e volete discuterne con persone provenienti da tutto il mondo che si scambiano in diverse lingue, potete andare alla pagina di scambio linguistico del nostro sito.

Written by: Lisa Lambert, Staff Writer

Studenz.com


AGGIORNAMENTO: Da quando è stato scritto questo articolo, l'Italia, l'Austria e la Slovacchia hanno messo i loro paesi in isolamento nazionale, il che significa che accettano o forse non accettano visitatori. Vi consigliamo di controllare tutte le informazioni disponibili online prima di partire e se avete dubbi sulla possibilità di viaggiare o meno, recatevi presso la vostra filiale locale del fornitore della compagnia aerea o chiamateli per avere i dettagli. Comprendiamo che l'isteria e il panico causati da questo tipo di pandemie possono spesso creare più panico del necessario, per questo motivo esortiamo le persone a mantenere la calma e a cercare di pensare prima di agire!

Category:
Viaggi